Tossicodipendente ai domiciliari minaccia di fare esplodere casa

Un tossicodipendente, già agli arresti domiciliari ha minacciato la propria madre per avere la somma di denaro necessaria a procurarsi la droga. Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Trapani hanno tratto in arresto un ventenne, già agli arresti domiciliari per altri reati, ritenuto responsabile di tentata estorsione.

Il giovane tossicodipendente, a causa della sua dipendenza dalla droga, aveva chiesto del denaro alla madre, che si era rifiutata di darglielo. Al diniego il ventenne ha minacciato di far esplodere l’appartamento situato nel Rione Palme di Trapani, nel caso non avesse ricevuto i soldi richiesti. Per convincere la donna a fargli recapitare il denaro, il ragazzo avrebbe inoltrato alla madre la foto di una bombola di gas e di un accendino. Spaventata la donna trapanese ha chiamato la polizia di stato denunciando l’accaduto.

La Polizia ha fatto irruzione in casa, bloccando il giovane e rinvenendo la bombola del gas con un accendino appoggiato all’altezza della valvola d’uscita.Il ventenne è stato tratto in arresto con l’accusa di tentata estorsione ed associato alla locale casa circondariale. Il Giudice per le Indagini Preliminari di Trapani, su richiesta della Procura della Repubblica, ha convalidato l’arresto e confermato la misura cautelare. Proseguono le indagini sulla vicenda.

Redazione – Trapani Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More