Sequestrata piantagione di Marijuana a Mazara del Vallo

Nei giorni scorsi i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Trapani hanno eseguito un’operazione di polizia giudiziaria finalizzata alla repressione di reati in materia di sostanze stupefacenti, conclusasi con la scoperta di una piantagione di marijuana e l’arresto in flagranza di reato di un soggetto per il reato di coltivazione di sostanze stupefacenti.

Da giorni i finanzieri della Tenenza di Mazara del Vallo monitoravano un appezzamento di terreno situato in contrada San Nicola, in agro di Mazara del Vallo, all’interno del quale si riteneva avvenisse una massiccia attività di coltivazione di sostanze stupefacenti.

La serrata attività di appostamento condotta, ha consentito di individuare un soggetto nell’atto di introdursi all’interno del campo. I militari, intervenuti prontamente, facevano irruzione all’interno del terreno, rilevando la presenza di numerose piante di cannabis occultate nella fitta vegetazione e l’uomo intento a predisporre per l’essiccazione, all’interno di un magazzino adiacente, alcune piante appena estirpate.

Le attività di perquisizione, estese anche presso l’abitazione di residenza del soggetto, hanno consentito di sottoporre a sequestro complessivamente 72 piante di canapa della tipologia “Critical Jack” ad elevato contenuto di principio attivo, di cui alcune già raccolte, circa 20 grammi della medesima sostanza già essiccata e pronta per il consumo, oltre a materiale per la coltivazione.

Una prima stima approssimativa ha condotto a ritenere che la sostanza stupefacente sequestrata, qualora immessa sull’illecito mercato dello spaccio, avrebbe permesso di confezionare non meno di 10.000 dosi per un complessivo valore di oltre 70.000,00 euro.

Conseguentemente, il responsabile veniva tratto in arresto nella flagranza del reato di coltivazione di sostanza stupefacente del tipo marijuana e posto in regime di arresti domiciliari in attesa del processo direttissimo, all’esito del quale lo stesso veniva condannato a un anno di reclusione.

Redazione – Trapani Post

1 Commento
  1. […] accertamenti conseguenziali hanno permesso di rilevare che cinque lavoratori ( due a Marsala, due a Mazara del Vallo, uno a Castelvetrano), oltre a prestare la sua attività lavorativa “in nero”, percepivano […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More