Perseguita la ex, scatta braccialetto elettronico

La Misura emessa dal gip del Tribunale di Trapani

Il Gip del tribunale di Trapani ha emesso il divieto di avvicinamento con l’applicazione del braccialetto elettronico ad un 36enne di Trapani, che avrebbe perseguitato la sua ex fidanzata.

Tutto è partito quando la donna ha preso coraggio e stanca oltre che preoccupata per l’ incolumità si è rivolta ai carabinieri, aprendosi con loro e raccontando tutto ciò che stava accadendo.

I Carabinieri immediatamente hanno fatto partire le indagini, da cui è emerso, anche dai tabulati telefonici, le molestie che la donna subiva, dando riscontro a quanto la donna aveva dichiarato nella denuncia, dopo aver raccolto tutto il materiale necessario alle indagini, si è proceduto a deferire l’ uomo alle autorità competenti, e così il gip ha emesso il divieto di avvicinamento e l’ obbligo del braccialetto elettronico.

Importante in questa vicenda il coraggio avuto dalla donna di presentarsi in Caserma dei Carabinieri e denunciare il tutto, e grazie anche al modo certosino e nello stesso tempo celere con cui i Carabinieri hanno effettuato le indagini necessarie, per raccogliere le prove, che hanno consentito poi al Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trapani di disporre le misure cautelari volte a tutelare l’ incolumità della vittima.

Raffaele Longo – TrapaniPost 

 

1 Commento
  1. […] Le indagini degli inquirenti proseguono senza sosta, al fine di individuare i responsabili di quanto accaduto. […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More